lunedì 22 dicembre 2014

Auguri di Buon Natale a tutti i mendicanti di Luce

Eccoci ancora alle porte del Natale: 
come ogni anno, diversamente da sempre
ci sentiamo nomadi alla continua ricerca di una Luce
che dia senso al nostro cammino

Uniamo i nostri auguri maristi a quelli  di fr. Emili, nostro superiore generale

La celebrazione di questo Natale ci offre una meravigliosa opportunità per crescere nella
convinzione che le nostre tenebre non sono altro che un’intensa nostalgia della luce.
Ti auguro, dunque, un felice anno 2015, alla ricerca condivisa di questa luce. 

giovedì 11 dicembre 2014

arrivederci, fr. Giorgio Fabrizi


Il giorno 10 dicembre 2014 ci ha lasciati fr. Giorgio Fabrizi, all'età di 87 anni.
Da tempo risiedeva nella Comunità di Carmagnola, dopo aver trascorso gran parte della sua vita marista soprattutto nelle case di Viterbo e di Genova.
I funerali si sono celebrati venerdì 12 dicembre.
Stiamo vivendo i giorni forti dell'Avvento, per lui ancora più concreti e vitali: il Signore gli è veramente vicino.

lunedì 8 dicembre 2014

Verso il Natale

Ci stiamo avviando rapidamente verso il Natale; ma il tempo di Avvento assomiglia più a un luogo che ad una successione di giorni; uno spazio di incontri, di relazioni e di accoglienza.

Da anni la Fondazione Marista, FMSI, una onlus che raccoglie tanti progetti per il bene dei bambini (e vi suggeriamo di visitare il sito), invita alla riflessione di avvento con una pubblicazione che, giorno dopo giorno, accompagna fino ai giorni della nascita.
Sul sito della fondazione si trova pubblicata in diverse lingue, naturalmente non poteva mancare quella in italiano che potete prelevare anche da questa pagina.

giovedì 6 novembre 2014

CONVIVENZA VOCAZIONALE 2014

Lo scorso fine settimana (31 ottobre-2 novembre) si è tenuta la prima convivenza vocazionale di quest'anno per i ragazzi del Marcha 4-5 e Comunità 1-2 (giovani dai 17 ai 20 anni); come sempre lo Spirito Santo riesce a creare tra i partecipanti un'atmosfera particolare, di gioia, serenità, amicizia e di festa...
Grazie mille a tutti... 

Ecco la testimonianza di uno dei partecipanti:


"La convivenza vocazionale svolta quest’anno dal 31 ottobre al 2 novembre a Ceprano (vicino Roma) è stata molto utile per fermarsi a riflettere sulle basi della nostra fede e per comprenderne anche le carenze. A mio parere è stato molto utile poter ripensare al percorso che ho svolto fino ad ora e comprendere dove vorrei arrivare.
L’ attività che più mi ha colpito e che mi è servita per capire se davvero questa esperienza mi ha lasciato più arricchita di quando sono partita è stata l’ultima, quella che prevedeva di disegnare la nostra “chiave”.

Ci avete posto domande che normalmente nella vita quotidiana siamo abituati ad “ignorare”, come ad esempio ciò che “ostacola” la nostra fede, e a cui finalmente abbiamo provato a dare una risposta. Belle le testimonianze di Suor Cristina e di Fr. Ventura ( che mi è piaciuta ed interessata particolarmente).
I momenti di preghiera riuscivano a trascinare a pieno nell’atmosfera, io ho particolarmente apprezzato il Salmo della preghiera serale della seconda serata.
Rispetto alla convivenza vocazionale dello scorso anno è stata più coinvolgente, più profonda e le condivisioni sono state più utili per il confronto.
Un grande grazie per lo splendida opportunità che mi avete donato".
                                                                                                                 Chiara Sampietro (Genova)



martedì 28 ottobre 2014

Anno Montagne

Il tempo corre, tra pochi mesi i Fratelli Maristi taglieranno il traguardo dei 200 anni. Un traguardo ma soprattutto un nuovo inizio
Il progetto condiviso che ci porterà a questa data scandisce i prossimi anni con sottolineature speciali, che il superiore generale, fr.Emili, ha delineato nel suo video discorso del 6 giugno 2014
E da ottobre 2014 è iniziato l'anno Montagne...
Ecco il testo della lettera che fr. Emili ha inviato a tutti i maristi di Champagnat

lunedì 13 ottobre 2014

Arrivederci, fr. Giovanni

Pochi giorni fa, il 12 ottobre 2014, è tornato alla casa del Padre fr. Giovanni Bigotto, la sua vita si è dipanata tra l'Italia, la casa Generalizia e il suo Madagascar: una vita impegnata, ricca, a servizio di tutta la congregazione, soprattutto durante il periodo in cui è stato incaricato della Postulazione Generale.
Qui potete leggere alcune brevi notizie biografiche.
La sua salute è peggiorata rapidamente a partire dalla primavera del 2014; da Roma è passato alla casa di Carmagnola durante l'estate ma le cure non hanno potuto fare molto, Ora riposa nel cimitero del Verano, a Roma.

venerdì 26 settembre 2014

Giorni difficili per i nostri fratelli in Siria - rimanere o partire?

Le tragiche notizie che ci arrivano quotidianamente dal medio oriente hanno avuto una impennata in questo mese di settembre. Assistiamo impotenti ad una deriva fanatica e violenta che lascia perplessi. Leggiamo e vediamo notizie terribili, sentiamo parlare di esodi biblici di fronte ai quali le emergenze italiane sembrano dettagli. Si rischia l'assuefazione da news e il conseguente disinteresse.
Ma quando sai di avere degli amici, dei fratelli che vivono in quelle zone, cambia la prospettiva. Come cristiani e come maristi dovremmo sempre collocare dei fratelli nei luoghi dolorosi della storia, per leggerli con occhi solidali e sentirci interpellati.
Proprio gli esodi, le fughe precipitose e l'estrema scelta di abbandonare luoghi cari sono il tema di questi giorni, anche per i maristi presenti ad Aleppo. Andare o restare? Mettersi in salvo o tentare ancora di essere una presenza significativa e di aiuto? L'ultima lettera da Aleppo che abbiamo ricevuto ci mette di fronte alle difficoltà di questo dilemma. Vi invitiamo a leggerla con partecipazione 

Rimanere o partire, questo è il dilemma a cui devono far fronte i siriani, soprattutto quelli che abitano ad Aleppo, soprattutto in questo momento. Che cosa fare? 
Continuare a resistere? Rimanere nonostante tutto quello che sta accadendo, tutto quello che stiamo soffrendo da ormai tre anni? 
Qual è la soluzione? Quale sarà il futuro, ma prima ancora, ci sarà un futuro?

domenica 14 settembre 2014

buon nuovo anno scolastico 2014-15

Su un viaggio

Apriamo le porte
chiudiamo le porte
passiamo le porte
e alla mèta dell'unico viaggio
né città
né porto.
Il treno deraglia
la nave naufraga
l'aereo s'abbatte
un biglietto è stampato sul ghiaccio.
Se potessi
ricominciare o no questo viaggio
ricomincerei.
(Nazim Hikmet)



Ricominciare, Anno dopo anno, giorno dopo giorno; in tutte le scuole mariste della nostra provincia le classi sono ormai tornate il luogo abituale dell'incontro, dello studio e delle nuove esperienze.
Lo slogan di questo nuovo anno, che tutti i ragazzi si ritrovano ogni giorno tra le mani, sfogliando il diario comune che ci identifica tutti, invita a spalancare lo sguardo verso la vita che ci attende. Perché il meglio deve ancora venire. Non per ingenuo ottimismo ma per sensato calcolo.
Da Taormina a Milano, passando per Giugliano, Roma, Genova... centinaia di alunni e famiglie hanno ripreso il ritmo consueto. A tutti l'augurio di ricominciare... con slancio.

Nella pagina della Pastorale potete trovare il materiale per utilizzare lo slogan di quest'anno.

sabato 6 settembre 2014

Formazione ... dopo l'incontro di Chianciano

L'incontro dei docenti maristi si è concluso da poco; oltre 70 persone da Giugliano, Roma, Genova e Cesano si sono riuniti, nella confortevole cornice dell'accogliente Chianciano per aggiornarsi, confrontarsi e prendere il giusto slancio in vista del nuovo anno.
Il nuovo slogan che ci accompagnerà è ormai condiviso: Apriamo le porte, al nuovo, al bello, all'entusiasmante missione di accompagnare per un anno intero i nostri ragazzi verso quel paese dove tutti siamo chiamati a vivere: il nostro futuro.


Sono stati 2 giorni intensi che hanno permesso un incontro profondo, lo scambio di professionalità, buone pratiche e iniziative diverse. Ora si tratta di declinare nel quotidiano gli stimoli ricevuti.
Ma sono stati giorni "maristi" che hanno fatto sentire in concreto l'appartenenza ad una stessa missione: forse le immagini possono rivelare più di tante parole! A voi l'album dell'incontro.
E siccome queste pagine sono un semplice punto di riferimento e uno strumento utile, il responsabile della Pastorale, Gianluca, sta già lavorando alla sezione riservata alla Pastorale. Ci trovate già alcuni materiali per la presentazione del nuovo anno.

giovedì 28 agosto 2014

La scuola riparte e i docenti maristi si incontrano a Chianciano

Tra  pochi giorni la scuola riaprirà i suoi battenti e un bel numero di docenti maristi si incontreranno nuovamente per il Convegno di inizio anno, a Chianciano. Si tratta ormai di una consolidata tradizione, che fa piacere rinnovare anno dopo anno
(vi  riconoscete? la foto che vedete risale al ... 2006 epoca al riparo dalla crisi ma l'entusiasmo sarà lo stesso, anzi, sbirciate qui per uno sguardo sugli incontri passati!). I temi di quest'anno sono il necessario aggiornamento per continuare la formazione su aspetti importanti del nostro essere docenti oggi. La scuola va organizzata per tempo, non possiamo certo attendere solo le sorprese che usciranno dal cilindro del nuovo governo!
I docenti saranno suddivisi per gruppi in modo da affrontare questi argomenti:
  • Corso di Psicomotricità, per la scuola dell'Infanzia
  • Didattica delle lingue straniere
  • Corso sui Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) e BES
  • Aggiornamento per i docenti del dipartimento di matematica (medie e liceo)
  • Laboratorio di interiorità (pastorale)
Qui potete trovare il programma completo dei corsi - Per il corso su DSA e BES il relatore ha già preparato del materiale informativo che è già possibile consultare
Il convegno inizierà lunedì 1 settembre alle 9.00 e si concluderà il 2 settembre, in serata.
Si tratta di uno sforzo organizzativo ed economico considerevole (ricordiamo che il corso per i docenti è gratuito, così come anche il soggiorno e il viaggio). Ma siamo sicuri che ne vale la pena: la scuola è fatta dai docenti, non dalle mura o dai banchi. E sui docenti, da tempo, si sta lavorando.

sabato 16 agosto 2014

non solo ferragosto: festa dell'Assunta

il 15 agosto è un festa prodigiosa per tutti noi maristi: ricordare Maria che ci precede con tutta la sua umanità e con tutta la sua vita in quello che sarà la vita definitiva di tutti è una bella .. presunzione! E'una delle feste principali che san Marcellino ci ha affidato. In questi giorni gran parte delle comunità sono chiuse, ma ce ne sono alcune che invece raccolgono amici e persone. Mentre a Roma la Casa Generalizia festeggiava con numeri da collegio apostolico (fr. Massimo B. era il nostro rappresentante) e a Carmagnola sono arrivati fr. Onorino e fr. Giovanni, finalmente dimesso dall'ospedale, ad Entracque continua la bella tradizione di fare festa intorno all'Assunta. Per l'occasione sono stati festeggiati diversi traguardi significativi, i 50 anni di sacerdozio di P. Luigi (che per tanto tempo è stato cappellano estivo di Entracque), il 50° di una coppia di amici fedelissimi di Mondovì, i coniugi Passione, e poi i 50 anni dalla prima professione di fr. Marino, appena rientrato dalla missione in Tanzania, e di fr. Zeno, delizioso, come sempre, padrone di casa.
E Maria, nella raffigurazione di fr. Gino Righetto, sorrideva tra i monti.
 

martedì 5 agosto 2014

Arrivederci, fr. Enrico

Pochi giorni fa ci ha lasciati il fr. Enrico Prosperi, che da lungo tempo viveva nella casa marista di Carmagnola, dopo una intensa vita al servizio dei giovani e della Congregazione (cenni biografici).
La sua salute era già abbastanza compromessa e si trovava nell'ospedale del centro piemontese per accertamenti, ma venerdì mattina il Signore lo ha chiamato con sè.
Era il 1 agosto e da pochi giorni fr. Enrico aveva festeggiato il suo 90esimo compleanno.
I funerali si sono svolti sabato 2 agosto, nella cappella di Carmagnola; la salma è stata poi trasportata a Roma nella giornata di lunedì 4 agosto, presso la cappella dei maristi al Verano.


mercoledì 30 luglio 2014

30 anni dopo: nuovo documento CEI sulla Scuola Cattolica

Eravamo a metà degli anni 80 e la CEI aveva pubblicato il testo "La scuola cattolica oggi", un significativo passo avanti rispetto alle posizioni precedenti che spesso diocesi, parrocchie e congregazioni religiose faticavano a sintonizzare sul traguardo comune della collaborazione.
Un po' duro da ammettere, ma si incontravano ancora sacche di reciproca incomprensione.
Quel documento ha contribuito a far cambiare le cose, almeno all'interno della chiesa.
Poi è arrivato anche papa Francesco, che sulla scuola ha idee ben precise... (è da poco uscito un libro sulla sua esperienza come alunno, docente, responsabile: Quando il giorno era una freccia).
Dopo trent'anni ecco giungere un nuovo documento, pensato e ragionato alla luce dei successivi passi avanti compiuti nel frattempo.

Per noi Fratelli Maristi, che nella scuola e per la scuola cattolica svolgiamo gran parte della nostra missione, sarà importante approfondire questo documento per contribuire a rendere sempre più le nostre scuole una significativa risorsa per il territorio in cui operiamo.


domenica 13 luglio 2014

In partenza per l'Africa - buona esperienza

13 luglio: Oggi sono partiti i volontari maristi che dedicheranno un mese delle loro vacanze ad una esperienza davvero speciale: condividere e supportare il progetto della missione marista in Tanzania.
Da anni fr. Sergio Pario, che è passato nello scorso autunno in quasi tutte le scuole marista italiane, ha avviato una serie di iniziative nella missione di Masonga coinvolgendo diverse realtà locali e italiane. In tanti si sono prodigati per dargli una mano, chi con l'opera del sapone e chi raccogliendo fondi per le tante iniziative. Fino al 10 agosto i nostri amici, fr. Marino e fr. Stefano, Manu, Paola, Veronica, Mara, Meme e Giada saranno con lui per dargli una mano, portare la propria esperienza, fantasia, competenze e capacità. Per il momento li accompagniamo con i nostri auguri.
Queste sono belle notizie, "vangelo" a  tutti gli effetti.


giovedì 10 luglio 2014

Lettera da Aleppo, n. 18

Conosciamo tutti la situazione della Siria. Eppure la Siria ci sembra lontana, fa parte di un mondo con il quale abbiamo pochi contatti, scarse conoscenze.
Ma quando sai che proprio in quel paese ci vive qualcuno della tua famiglia, un tuo fratello, le cose cambiano. Così è per noi, fratelli maristi.
Da anni seguiamo con apprensione le vicende della piccola comunità marista di Aleppo (solo 3 fratelli), che periodicamente, con tenacia e passione, ci manda delle informazioni.
Condividiamo con voi la Lettera N. 18, del  7 luglio 2014, appena arrivata

Una città assetata
Dal 2 giugno 2014 un'intera città è senz’acqua. Non è per la Quaresima o il Ramadan, è una città martire, dimenticata, che vive nell'indifferenza del mondo. Una città che non ha scelto il suo destino ma soffre. La città ed i suoi abitanti (più di due milioni di persone) hanno bisogno di acqua....

Nella lettera si invita anche a seguire l'esempio di Fr. Emili Turu, superiore generale dei fratelli maristi, di aderire cioé alla campagna di sensibilizzazione SALVIAMO ALEPPO promossa da Sant'Egidio.
Ecco il link per aderire e seguire questa importante iniziativa.

domenica 6 luglio 2014

lavori in corso

senza l'angoscia dei mondiali, con un pizzico di calma e di tempo per sistemare una pagina che da anni ha bisogno di qualche ritocco, iniziamo a riorganizzare i vari siti dei Fratelli Maristi in Italia, anche per facilitare la ricerca del materiale, i contatti tra le persone, la reperibilità dei documenti principali del mondo marista